19 Jun 2024

Menu Principale

Cerca nel sito ...

Vinaora Visitors Counter

093449
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Tutto
87
50
137
93036
767
1471
93449

Il tuo IP: 3.236.83.154
18-06-2024 22:53

 

La storia criminale di Maglio Arcangelo (cliente anche del mio studio) nasce con la rocambolesca fuga dalla Germania, per come narratami dallo stesso durante gli incontri professionali.

Qualche chiacchierata avveniva anche per le scale, poiché aveva l’uso di un appartamento ubicato sopra il mio studio legale.

Nel territorio di Corigliano Calabro la sua ascesa è veloce e dirompente (entra in affari e società lecite gestite da altri clienti del mio studio).

Per comprendere tutto l’arco temporale successivo, fino alla sua morte, vanno analizzati diversi passaggi e percorsi, apparentemente ininfluenti o fuori luogo.

Possono essere riassunti e sviluppati, per come segue:

1) ruolo di un imprenditore – informatore;

2) accuse mosse dall'Inquirente all’imprenditore – informatore in processi di mafia, con puntuali e regolari assoluzioni, per coprire lo stesso da eventuali sospetti di ‘infamità’;

3) trasferimento nel brindisino (paese d’origine) di un Brigadiere (all’epoca dei fatti), per essere venuto a conoscenza (su mia segnalazione) della trattazione degli affari dell’imprenditore – informatore durante la latitanza a Torino (in particolare: rilascio di carnet di assegni da parte della Cassa di Risparmio e regolare incasso dei beneficiari);

4) regalia fatta dall’imprenditore – informatore (come corrispettivo della copertura della latitanza in Torino), di un lotto di terreno edificatorio in Corigliano Calabro, al soggetto ospitante;

5) trasferimento di un Maresciallo dei Carabinieri (Novi Ligure) e di un altro (Palmi), secondo la versione ufficiale: rischiavano la propria incolumità personale perché ‘attenzionati ‘ da Carelli Santo;

6) Effettivi motivi del trasferimento dei due Sottufficiali: a) avevano svolto indagini delicatissime (a cui ho collaborato) che portavano al coinvolgimento in fatti gravissimi di Organi Istituzionali; b) avermi svelato i rapporti intercorrenti fra l’imprenditore – informatore, il suo difensore (alto esponente della massoneria) e la Magistratura (Inquirente e Giudicante);

7) Ipotesi investigativa, disattesa dall’Inquirente, dei motivi che hanno portato all’eliminazione fisica di Maglio Arcangelo (frequentazioni riservatissime fra l’imprenditore – informatore e Maglio Arcangelo).

Al momento non aggiungo altro perché ho paura.

E la paura corre sul filo della giustizia.