01 Mar 2024

Menu Principale

Cerca nel sito ...

Vinaora Visitors Counter

087628
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Tutto
31
181
600
86119
31
2536
87628

Il tuo IP: 34.239.154.201
01-03-2024 05:03

 

 

La vicenda che sottopongo alla lettura è un prosieguo delle precedenti.

La So.g.e.t. S.p.A. dà finalmente riscontro.

Ho risposto con una missiva del seguente tenore, con allegati:



Spett.le So.g.e.t. S.p.A., in persona del legale rappresentante pro-tempore

Via Venezia 49 - 65121 Pescara

alla c.a. della Dott.ssa Di Pietrantonio Silveira

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

e, per quanto di competenza

 

S. E. Primo Presidente

Suprema Corte di Cassazione

Palazzo di Giustizia

Piazza Cavour - 00193 Roma

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

e, per quanto di competenza

 

S.E. Procuratore Generale della Repubblica

Suprema Corte di Cassazione

Palazzo di Giustizia

Piazza Cavour - 00193 Roma

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

e, per quanto di competenza

 

On.le Ispettorato Generale

Ministero della Giustizia

Via Silvestri 243 - 00164 Roma

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

e, per quanto di competenza

 

S.E. Procuratore della Repubblica

Direzione Nazionale Antimafia

Via Giulia 52 - 00186 Roma

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

e, per quanto di competenza

 

S.E. Procuratore Generale della Repubblica

Corte d'Appello Catanzaro

Piazza G. Matteotti 1 - 88100 Catanzaro CZ

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Oggetto: Proc. n. 399/2017 R.G.A.C. - Tribunale di Castrovillari

Tra: Taranto Pasquale

Contro: So.g.e.t. S.p.A.

Sentenza n. 511/2019 resa dal Giudice Dott.ssa Rosamaria Pugliese.

<<>>

Sentenza correlata:

Proc. n. 6794/18 - Sentenza n. 4488/2015 resa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – Sez. V^.

Tra: Avv. Francesco Antonio Pinto

Contro: So.g.e.t. S.p.A.

 

Chiar.ma Dott.ssa Di Pietrantonio Silveira.

mi è pervenuta la contestazione (all. 1) alla legittima lamentela del Sig. Taranto Pasquale (all. 2).

Rilevo che nessun riscontro è pervenuto alla mia precedente contestativa pronuncia della Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – Sez. V^ (all. 3 NEGOZIAZIONE ASSISTITA PINTO-SOGET).

Le evidenzio, ancora una volta, che la So.g.e.t. S.p.A. ha stipulato un contratto con una Funzionaria del Comune di Corigliano Calabro (ora Corigliano – Rossano) per centinaia di milioni di euro, irritualmente ed in palese violazione di legge, in un momento storico in cui il Comune di Corigliano Calabro è stato sciolto per infiltrazioni mafiose.

Gli aggi e provvigioni sono state decise dalla Funzionaria comunale e dalla stessa So.g.e.t. S.p.A., la quale ha lucrato di ingenti risorse economiche, senza alcun controllo.

Con l'occasione Le evidenzio che, a mente dell'art. 56 del codice penale, è riportato:

Chi compie atti idonei, diretti in modo non equivoco a commettere un delitto, risponde di delitto tentato, se l'azione non si compie o l'evento non si verifica”.

A mente dell'art. 629 del codice penale, è riportato:

Chiunque, mediante violenza o minaccia, costringendo taluno a fare o ad omettere qualche cosa, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito …”.

Pertanto le somme non giustificate e non dovute sono penalmente rilevanti e procedibili d'Ufficio.

<<>>

La ringrazio per la lezione di diritto: “... ritenga di non condividere la superiore sentenza, può e deve impugnarla con i mezzi che l'ordinamento concede e prevede ...”.

Per mera completezza La informo che, in data 04-06-2019, mi è stata notificata a mezzo PEC una comparizione della Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza – Sez. V^ (all. 4), con la quale la So.g.e.t. S.p.A. ha chiesto la correzione della sentenza resa, relativamente alle spese e competenze liquidate a favore della So.g.e.t. S.p.A. e non del proprio difensore distrattario!!!!!!!!!!!.

Ho chiesto inutilmente di avere copia della stessa (all. 5, all. 6).

La preclusione della conoscenza del contenuto dell'istanza della So.g.e.t. S.p.A. mi è stata negata anche all'udienza partecipativa del 01-07-2019.

In data 01-08-2019, mi è stato notificato l'accoglimento dell'istanza della So.g.e.t. S.p.A. (all. 7).

Alla stregua di quanto sopra potrebbe emergere la violazione dell'art. 110 del codice penale, che recita:

Quando più persone concorrono nel medesimo reato, ciascuna di esse soggiace alla pena per questo stabilita …”.

<<>>

Ribadisco, ancora una volta, che la So.g.e.t. S.p.A. non ha mai depositato il contratto oppure un mandato dell'Ente.

Per Sua opportuna conoscenza, La informo che la So.g.e.t. S.p.A. è stata attenzionata da diversi Uffici Giudiziari.

Sulla stampa è riportato l'ennesimo procedimento penale (all. 8 Appalto alla Soget, tre persone indagate).

Conclusivamente La informo che, per lucro di spazio, gli atti ed i documenti della So.g.e.t. S.p.A., nonché i provvedimenti emessi a favore della stessa, non condivisibili, vengono pubblicati sul mio sito internet: www.avvocatopinto.it .

Corigliano Rossano, 12-08-2019.

Avv. Francesco Antonio Pinto

<<>>

Al momento non aggiungo altro perchè ho paura.

E la paura corre sul filo della Giustizia.