01 Mar 2024

Menu Principale

Cerca nel sito ...

Vinaora Visitors Counter

087618
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Tutto
21
181
590
86119
21
2536
87618

Il tuo IP: 34.239.154.201
01-03-2024 04:23

L'Avv. Lavorato Angelo, del Foro di Castrovillari, gode di amicizie e protezioni nell'ambito della Magistratura (Inquirente e Giudicante).

Tratterò autonomamente i casi posti a sostegno probatorio delle mie affermazioni.

A seguito della mia denuncia-querela nei suoi confronti, mi è sorto un dubbio, riferito ad un modus operandi non condivisibile dell'Ufficio Giudiziario di Castrovillari, particolarmente, ripeto, sull'iter della mia denuncia-querela contro l'Avv Lavorato Angelo, per cui ho chiesto lo stato del procedimento, con un'istanza del seguente tenore:

ON.LE SIG. PROCURATORE DELLA REPUBBLICA

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oggetto: istanza per conoscere lo stato del procedimento, relativo alla denuncia – querela per tentata estorsione in concorso (art. 110 – 56 – 629 c.p.) nei confronti dell'Avv. Lavorato Angelo, del Foro di Castrovillari, Scorzafave Antonio, Scorzafave Vincenzo, Scorzafave Salvatore, anche quali eredi di Lavorato Annetta e Scorzafave Giuseppe, Lavorato Teresa e Serra Ugo in danno dell'Avv. Frncesco Antonio Pinto, del Foro di Castrovillari.

 

Io sottoscritto Avv. Francesco Antonio Pinto, nato a Corigliano Calabro (CS) il 01-05-1949 ed ivi residente in C.da Thurio, c.f. PNTFNC49E01D005X, espongo quanto segue.

In data 30-10-2019 ho proposto denuncia – querela nei confronti dell'Avv. Lavorato Angelo, Scorzafave Antonio, Scorzafave Vincenzo, Scorzafave Salvatore, anche quali eredi di Lavorato Annetta e Scorzafave Giuseppe, Lavorato Teresa e Serra Ugo per tentata estorsione in concorso (art. 110 – 56 – 629 c.p.) in danno dell'Avv. Francesco Antonio Pinto:

DENUNCIA PER TENTATA ESTORSIONE

A mente dell'art. 56 - 629 c.p., è riportato:

  • Chi compie atti idonei, diretti in modo non equivoco a commettere un delitto, risponde di delitto tentato ...

  • Chiunque, mediante violenza o minaccia, costringendo taluno a fare o ad omettere qualche cosa, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno ...

L'esame della vicenda processuale porta a queste finali terminative determinazioni:

a) dopo la sentenza della Corte d'Appello di Catanzaro ed in pendenza del giudizio di Cassazione, è intervenuta fra i difensori delle parti processuali, Pinto e Lavorato, l'accordo novativo di pagamento delle spese e competenze dell'Avv. Lavorato a carico del Pinto;

b) l'accordo è stato sottoscritto fra l'Avv. Lavorato Angelo, l'Avv. Francesco Antonio Pinto e l'Avv. Serafino Trento, quest'ultimo nella qualità di Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Rossano (dell'epoca);

c) in conseguenza della transazione novativa l'Avv. Pinto non ha seguito più il giudizio per Cassazione;

d) l'Avv. Lavorato, illegittimamente ed illegalmente, ha dato impulso al giudizio per Cassazione, dopo l'intervenuta transazione novativa;

e) con l'atto di precetto vengono richieste somme triplicate negli importi.

Alla stregua di quanto sopra, sussistono i presupposti di legge del tentativo di estorsione in danno dell'Avv. Francesco Antonio Pinto, per cui si formula denuncia e querela nei confronti dell'Avv. Lavorato Angelo, Scorzafave Antonio, Scorzafave Vincenzo, Scorzafave Salvatore, anche quali eredi di Lavorato Annetta e Scorzafave Giuseppe, Lavorato Teresa e Serra Ugo,

per tentata estorsione in concorso (art. 110 – 56 – 629 c.p.) chiedendone la formale punizione a termini di legge.

Con riserva di costituzione di parte civile nell'instaurando processo penale e formale richiesta di informativa, in ipotesi di istanza di archiviazione del PM, ai sensi dell'art. 408 c.p.p. (all 1 – all 2).

Corigliano Rossano, 05-12-2023.

<<>>

All'attualità non ho avuto riscontro alcuno.

L'omissione, all'evidenza, favorisce l'Avv. Lavorato Angelo.

<<>>

Al momento non aggiungo altro perché ho paura.

E la paura corre sul filo della Giustizia.